Avocado | Cos'é?

L’avocado, a forma di pera e dalla buccia verde, è originario del Messico del sud e oggi viene coltivato nelle regioni tropicali e nei paesi caldi di tutto il mondo. L’albero dell’avocado appartiene alla famiglia delle Lauracee, è una pianta decidua che cresce rapidamente e che inizia a dare i primi frutti dieci anni dopo essere stata piantata. Il guacamole, la famosa salsa messicana che accompagna tortillas, patatine e carne, ha come ingrediente principale l’avocado.

L’avocado è in realtà una bacca, è particolarmente nutriente e presenta un’elevata percentuale di grassi. Oltre a essere utilizzato come alimento, l’olio ricco di acido linoleico ricavato dal frutto trova oggi impiego in numerosi prodotti per la cura della pelle. Nel XVI secolo, il conquistatore spagnolo Hernán Cortéz ordinò agli aztechi di consegnargli i loro tesori più preziosi. Oltre a gioielli, oro e statuette, questi gli porsero anche i pregiati avocado. Inizialmente i frutti sembravano tutt’altro che un tesoro, ma presto gli spagnoli iniziarono ad apprezzarli non solo in quanto vere e proprie bombe di energia, ma anche per la loro azione positiva contro i disturbi gastrointestinali.

Anche se l’avocado ha un valore nutrizionale due volte superiore rispetto a quello della banana, nell’Europa continentale questo frutto cremoso è disponibile in commercio solo dal XX secolo. Sembra incredibile, ma intorno al 1900 l’avocado era il simbolo di un liquore oggi conosciuto in tutto il mondo: l’Advocaat, inventato dall’olandese Eugen Verpoorten e ispirato a una bevanda sudamericana composta da un mix di avocado, alcool e zucchero di canna. Poiché in Europa l’avocado non era disponibile, per realizzare la bevanda, il distillatore usò del tuorlo d’uovo, inventando così il noto liquore all’uovo.