La cura giusta per la pelle secca

La pelle è sorprendente: ci protegge dai batteri, dalle ferite, dal calore e da molto altro. Senza la pelle saremmo completamente indifesi. È il nostro organo più esteso e quando stiamo bene, possiamo proprio affermare di “sentirci bene nella nostra pelle”. Generalmente si distingue tra pelle secca, normale o grassa. A volte anche in una sola persona convivono tipi di pelle diversi: può capitare per esempio che sul viso la pelle sia grassa, mentre sul resto del corpo secca. Anche l’età, i livelli ormonali e le stagioni fanno la...

La pelle è sorprendente: ci protegge dai batteri, dalle ferite, dal calore e da molto altro. Senza la pelle saremmo completamente indifesi. È il nostro organo più esteso e quando stiamo bene, possiamo proprio affermare di “sentirci bene nella nostra pelle”.

Generalmente si distingue tra pelle secca, normale o grassa. A volte anche in una sola persona convivono tipi di pelle diversi: può capitare per esempio che sul viso la pelle sia grassa, mentre sul resto del corpo secca. Anche l’età, i livelli ormonali e le stagioni fanno la loro parte.

La pelle secca: un problema comune a molti

Molte persone soffrono di pelle secca o molto secca e spesso il problema riguarda anche chi gode di ottima salute. Tra i fattori che possono rendere secca la nostra pelle, ci sono l’aria condizionata, il riscaldamento, alcuni trattamenti, i profumi, un’alimentazione carente, l’abuso di alcol, la nicotina, l’impiego di contraccettivi ormonali o una predisposizione ereditaria. A volte i motivi sono da ricercare in malattie della pelle (neurodermite, psoriasi, eczemi, allergie e così via) o di altri organi. Non è infrequente, infine, che la pelle secca compaia solo con l’età.

Polpacci e gomiti secchi

È una sensazione spiacevole nota a molti: la pelle è ruvida, screpolata, tira e prude, insomma è come carta vetrata. Chi ha una pelle molto secca, soffre di cosiddetti eczemi da secchezza ovvero punti in cui la pelle tende a screpolarsi, arrossarsi e provocare prurito dopo la doccia o dopo essersi lavati. Del resto, in punti del corpo scarsamente irrorati dal sangue e provvisti di poche ghiandole sebacee come polpacci e gomiti, soffrire di pelle secca è cosa piuttosto comune.
La pelle secca si presenta spesso squamata, arrossata e poco curata e fa sentire a disagio le persone che ne soffrono. Le ripercussioni delle pelle secca non sono tuttavia solo esteriori. Questo tipo di pelle può non essere più in grado di assolvere correttamente alle proprie funzioni e quindi nemmeno di difendere efficacemente l’organismo dagli agenti esterni. 

Un bicchiere d'acqua con limone ogni mattina

Il primo passo per sentirsi meglio passa attraverso l’idratazione. Bevete acqua di rubinetto a sufficienza, la quantità è un concetto su cui le opinioni sono tutt’altro che unanimi. Ascoltate il vostro corpo e iniziate già la mattina presto preparandovi un generoso bicchiere d’acqua tiepida con un po’ di succo di limone fresco. Durante i pasti o poco dopo è bene evitare di bere molto, mentre tra un pasto e l’altro è necessario bere a sufficienza. L’ideale è bere in quantità tale da non sentire mai una grande sete. Tenete a portata di mano una caraffa, a casa o al lavoro, e bevete spesso un bicchiere d’acqua. Evitate di bere troppo caffè, tè nero, bevande zuccherate e alcolici. La cosa migliore è sempre l’acqua naturale.

Se la causa della pelle secca è una patologia della pelle come la neurodermite o la psoriasi, rivolgetevi a un dottore e seguite la cura prescritta. Oggi si può ricorrere anche a pomate e rimedi da aggiungere al bagno che hanno proprietà antinfiammatorie e idratanti.

Doccia tiepida e olio di cocco

In alternativa, ecco qualche altro consiglio.

Trattate la vostra pelle con cura: non strofinate con spugne o guanti da bagno ruvidi.

Non fate la doccia o il bagno con acqua troppo calda, l’acqua tiepida è più che sufficiente. Alternare l’acqua calda a quella fredda stimola la circolazione; iniziate sempre con l’acqua calda per poi terminare con quella fredda e ripetete due o tre volte.

Utilizzate detergenti delicati come lozioni da bagno o saponi a pH neutro.

Tenete sempre a portata fi mano un po’ di olio di cocco puro. Penetra rapidamente e idrata in maniera durevole. Applicatelo durante la giornata e prima di coricarvi su punti particolarmente secchi come le pellicine delle unghie, i gomiti, i polpacci o il decolleté. 

Evitate un tonico che contiene alcol.

Ogni tanto aggiungete all’acqua del bagno prodotti che contengano olio di mandorla, olio di jojoba od olio di nocciolo di pesca.

Dopo la doccia o un bagno non rinunciate mai a una crema nutriente che contenga vitamina A ed E.

Anche un’alimentazione equilibrata fa la sua parte. Mettete sul piatto una dose quanto più generosa possibile di verdura e frutta e, a ogni pasto, dovrebbe essere consumata una porzione cruda evitando se possibile cibi già pronti, poveri di sostanze nutritive, e zuccheri raffinati.

Anche il fumo e l’alcol si ripercuotono in maniera negativa sulla pelle facendola invecchiare più rapidamente.

20 - 30 minuti al giorno di esposizione diretta al sole fanno bene, ma mai ai raggi intensi di mezzogiorno. Trascorso questo tempo, è meglio mettersi all’ombra e coprirsi, indossando abiti in tessuto leggero (lino chiaro o cotone).

La linea RAUSCH che vizia la pelle

RAUSCH vizia la pelle molto secca  e tendente a squamarsi con l’OLIO-CREMA DOCCIA, l’OLIO PER IL CORPO et la . I loro pregiati agenti rigeneranti derivati da preziosi oli di noce, inducono un miglioramento sensibile e visibile anche in pelli desquamate che prudono. La profumazione raffinata e sensuale di questa linea trattante è un’ulteriore promessa di benessere. Penetra rapidamente, leviga la pelle e non unge. È ottima anche per le smagliature e prolungare l’abbronzatura dopo le vacanze. Non contiene siliconi e parabeni.