Menu

Trattamento antipidocchi

I pidocchi (Pediculus humanus capitis) sono insetti privi di ali che conducono una vita da parassiti solo sugli esseri umani e si nutrono esclusivamente di sangue. Misurano circa 3 mm e sono dotati di 3 robuste coppie di zampe con pinze.

I pidocchi sono un fenomeno periodico sia cittadino che di campagna. Colpiti sono soprattutto i bambini e i ragazzi tra i 5 e gli 11 anni. I pidocchi non evitano neppure le teste pulite e ben curate. I capelli lunghi offrono condizioni favorevoli al loro annidamento.

LINEA STOP AI PIDOCCHI RAUSCH

  • Principi attivi naturali
  • Senza insetticidi chimici
  • Il prodotto non crea resistenza
  • Duplice efficacia assicurata
  • Facile utilizzo

FAQ

No. Un’igiene carente può favorire l’infestazione, ma non ne è la causa, i pidocchi si insediano anche sulle teste pulite.
La presenza dei pidocchi è frequente in tutto il mondo, il fenomeno si verifica in maniera analoga in campagna e nelle città. In Europa e anche in Svizzera la diffusione dei pidocchi, soprattutto nelle scuole e negli asili, è aumentata molto rapidamente negli ultimi tempi. L’incremento della presenza di pidocchi è attribuito in particolare al boom del turismo internazionale degli ultimi anni. Sono interessati soprattutto i bambini dai 5 agli 11 anni.
Medici e igienisti consigliano oggi di non mandare i bambini all’asilo o a scuola fino a quando non sono più infestati dai pidocchi. Per porre fine a questo circolo vizioso occorre non solo uccidere i pidocchi, bensì anche rendere innocue le uova dei pidocchi (lendini) (vedi: RAUSCH Stop ai pidocchi). Importante: le persone a stretto contatto con un soggetto colpito da questo problema dovrebbero proteggersi utilizzando ad esempio lo shampoo alla corteccia di salice RAUSCH, la protezione attiva dai pidocchi. È anche importante informare dei pidocchi la scuola o l’asilo, onde evitare la diffusione.
La femmina del pidocchio depone uova dalla forma ovale allungata, le cosiddette lendini, delle dimensioni di circa 0,3 x 0,8 mm. Nella fase iniziale le lendini hanno un aspetto bianco e translucido, in seguito assumono una colorazione dal giallastro al bruno giallastro. La femmina "incolla" le lendini con una sostanza chitinosa (secrezione collosa) molto resistente e dura alla base dei capelli in prossimità del cuoio capelluto. Lo sviluppo dei pidocchi da uova e larve dipende dalla temperatura e dall’umidità dell’aria dell’ambiente. Più è caldo, più rapidamente avviene lo sviluppo. In soli 18 giorni si può compiere l’intero ciclo vitale, dalle uova alle larve fino alla deposizione di nuove uova. Il processo dura in genere 3 settimane.
Da 7 a 14 giorni dopo ogni trattamento contro i pidocchi è necessario eseguire un accurato controllo. Dal momento che non solo testa e capelli possono essere infestati dai pidocchi, durante il trattamento è importante lavare anche gli oggetti che vengono a contatto con i capelli. Spazzole e pettini devono essere lavati in modo accurato. Occorre cambiare e lavare a 60 °C asciugamani, abiti e biancheria da letto. Ove possibile, si consiglia di asciugarli nell’asciugabiancheria per 20 minuti. Chiudere gli oggetti che non si possono lavare in sacchi di plastica ben sigillabili per circa quattro settimane, così da far morire i pidocchi per fame. Questo metodo è particolarmente indicato anche per i peluche, che spesso sono a contatto diretto con i capelli. Pulire accuratamente pavimenti e imbottiti con l’aspirapolvere per raccogliere eventuali capelli.
Il primo sintomo dei pidocchi è il prurito causato dalla puntura del pidocchio perché provoca il formarsi di una tossina. Questa irrita il cuoio capelluto e non ha come sintomo solo il prurito ma anche eventuali arrossamenti. Grattandosi si rischia di causare infezioni ed eruzioni cutanee. Il bambino che si gratta spesso la testa dovrebbe insospettirci e indurci a ispezionare attentamente capelli e cuoio capelluto. I pidocchi si nascondono molto velocemente e in zone d’ombra, pertanto è più facile cercare le lendini. Queste sono molto piccole, pertanto è consigliabile cercarle con una lente di ingrandimento. I pidocchi si soffermano preferibilmente nelle tempie, dietro le orecchie e nell'area della nuca. Al contrario della forfora sono saldamente incollati.
Durante l’infestazione da pidocchi si devono lavare i capelli 2-3 volte alla settimana con lo shampoo alla corteccia di salice RAUSCH. Diluire lo shampoo con un po’ d’acqua nella mano. Effettuare un solo lavaggio. Per migliorare la pettinabilità e per la cura dei capelli lunghi si può usare lo spray districante alle erbe. Lo spray neutralizza anche l’odore caratteristico del distillato di corteccia di salice.
Il pidocchio passa sempre da una testa all’altra con lo scambiarsi copricapi, il prestarsi pettini e auricolari, negli asili durante il sonnellino pomeridiano da cuscini e peluche usati in comune. I pidocchi non saltano, si arrampicano da capello a capello o su oggetti. In passato il numero di infestazioni da pidocchi aumentava in modo marcato soprattutto dopo le vacanze lunghe in estate. Oggi, tuttavia, i pidocchi sono un problema presente tutto l’anno.