Salvia | Cos'é?

Nome scientifico: Salvia officinalis L.

Famiglia: Lamiaceae

Provenienza: La salvia officinale è originaria del bacino mediterraneo, ma è ormai diffusa in tutta Europa.

Botanica: si tratta di un semi-arbusto perenne la cui altezza solitamente oscilla tra i 40 e i 60 cm. Le foglie, dalla forma allungata, emanano un intenso profumo aromatico derivante dagli oli essenziali in esse contenuti. Al momento della fioritura, la salvia officinale presenta fiori bianchi o viola.

Periodo di fioritura: maggio-luglio

 

Cosa rende speciale questa pianta

La salvia officinale è una delle più antiche spezie e piante medicinali. Le sue origini possono essere rintracciate nel bacino mediterraneo. Già nell’antichità e nell’alto Medioevo fu introdotta in altri paesi e coltivata come erba medicinale. Oggi viene coltivata nel sud della Francia, in Italia, Ungheria, Croazia, Albania e non solo.

 

La salvia officinale è il tipo di salvia più nota. In pochi sanno che alla specie Salvia appartengono molte varietà. Esiste una varietà pressoché infinita di forme e colori, sia per quanto riguarda le foglie che per quanto riguarda i fiori. Il colore delle foglie di salvia può essere verde, ma anche giallo, viola, rosso, bianco-verde o verde-oro. La forma delle foglie varia dalla varietà comune - leggermente lanosa - alla forma arricciata. Ancora più diversificati sono i colori dei fiori: bianco, giallo, rosso, blu o viola.

 

Applicazione

Il momento migliore per raccogliere la salvia è prima che fiorisca, poiché l’aroma è ancora perfettamente contenuto nelle foglie. Altrettanto intenso come il profumo della salvia è anche il sapore, leggermente pungente e aromatico. Non solo le foglie, ma anche i fiori sono commestibili. Tuttavia, ci sono differenze di gusto tra le specie. Per esempio, ci sono varietà di salvia il cui gusto ricorda il limone, l’ananas, l’eucalipto, il guava, la pesca, il melone o il marzapane.

 

Il nome Salvia ha origini latine e significa «salvare», ovvero «curare». Già nell’antico Egitto, la salvia era un rimedio popolare per il mal di gola e le infiammazioni alla gola. Grazie alle sue proprietà, la salvia è anche un’erba molto utilizzata nei rituali di purificazione. Ancora oggi, la salvia viene utilizzata da molte culture per purificare l’ambiente dopo una malattia o come protezione dalle energie negative.

 

Proprietà cosmetiche

Le proprietà antibatteriche della salvia sono spesso sfruttate nella cosmetica per trattare l’acne, la pelle grassa e infiammata. Un bagno di vapore per il viso con alcune foglie di salvia nell’acqua lenisce e nutre piacevolmente la pelle. Grazie al suo effetto rinfrescante, la salvia viene spesso utilizzata anche in estate per un pediluvio rigenerante o contro la sudorazione eccessiva.